News

L'ormone Anti-Mülleriano (AMH)

LO SAPEVI?

  • 1 COPPIA SU 6 NEL MONDO HA PROBLEMI DI INFERTILITA’
  • LA SINDROME DELL’OVAIO POLICISTICO (PCOS) COLPISCE IL 5 – 20 % DELLE DONNE IN ETA’ FERTILE; E’ IL DISORDINE ENDOCRINO PIU’ DIFFUSO.
  • NEGLI ULTIMI 30 ANNI IL TASSO DI SUCCESSO DEI TRATTAMENTI IVF E’ AUMENTATO DAL 10 % AD OLTRE IL 30 %

 

L’ormone anti-Mülleriano (amh)

L’AMH è un indicatore della riserva ovarica e il suo dosaggio è utile in diversi contesti nel corso della vita riproduttiva di una donna:

  • In caso di un trattamento per la procreazione medicalmente assistita (PMA) i livelli di AMH consentono di personalizzare il protocollo di stimolazione ovarica, evitando iperstimolazioni.
  • Può essere di ausilio nella rilevazione di disfunzioni ovariche quali la sindrome dell’ovaio policistico (PCOS) e l’insufficienza ovarica precoce (POI).
  • E’ utile per monitorare il recupero della funzionalità ovarica dopo interventi chirurgici e/o in caso di trattamenti gonadotossici.

L’importanza di una diagnosi corretta:

  • La riserva ovarica varia da donna a donna e diminuisce nel corso della vita riproduttiva.
  • E’ una stima della capacità dell’ovaio a fornire ovociti adatti ad essere fertilizzati.
  • Le probabilità di concepimento naturale sono maggiori quando la riserva è ottimale.
  • Una bassa riserva ovarica è responsabile di circa 1/3 dei casi di infertilità.
  • Dosare l’AMH aiuta il medico a prendere decisioni cliniche appropriate e consentire di pianificare il tuo futuro familiare.

AMH, quando eseguirlo?

I livelli ematici di AMH sono stabili nel corso del ciclo mestruale. E’ possibile eseguire il test in qualsiasi momento, ed IL RISULTATO E’ DISPONIBILE IN GIORNATA!

E’ sufficiente un semplice prelievo di sangue presso il nostro laboratorio, Ala Nord, I piano, dal lunedì al venerdì ore 7:00 – 10:00, il sabato ore 7:00 – 9:00.

Contatti: 0422 428277 dalle 08:00 alle 17:00